Adult Stories Forum

Go Back   Adult Stories Forum Historias de sexo italiano Anal

Reply
 
LinkBack Thread Tools Search this Thread Display Modes
DurumOffline
No Avatar
Uyarý:
Profil detaylarýný görmek için üye giriþi yapmalýsýnýz

Üyeliðiniz bulunmuyorsa Kayýt ol linkine týklayarak kayýt olabilirsiniz.

Malvina

 
Post #1


MalvinaBasta, questo mondo non mi restituisce quello che promette. Sono come un soldatino di latta, una bambola di plexiglass che tutti si sentono in diritto di ferire. Questo mondo mi promette amori confezionati, sesso confezionato e mi sta privando un po? alla volta del mio cuore e delle arterie che, come tante brave formichine, vi pompano il sangue. Le formiche fanno, con il mio cuore, quello che gli esseri che chiamiamo umani, dovrebbero fare con se stessi e non a scapito degli altri. Le formiche prendono la loro goccia di sangue buono e la conducono a destinazione, portandone via una di sangue cattivo. Ho conosciuto delle persone che non avevano l?umanità neanche della più lurida delle bestie. Pronti a succhiarti il sangue e a campare di risulta con i pezzi della tua anima, sempre con tutti gli alibi pronti, sempre pronti col coltello dei tuareg a colpirti per strapparti un pezzo di fegato e divorarlo. Non sono mostri dei fumetti, li ho visti, esistono, sono dei cialtroni come clown quando ti guardano e ti sorridono ma sono pronti a tirare fuori i denti affilati, sempre, appena volti le spalle. Vogliono la mia carne dolciastra ed il mio sangue, non hanno spirito nè pietà, loro ti uccidono, sei un brandello di carne in più che adornerà il loro banchetto. E poi qualche santo o qualche divinità magari li giustificherà anche. Basta prendere un nome a caso: Dio, Maometto, Allah, Satana. Per queste bestie vanno tutti bene. Il loro alleato è il fuoco e la loro sorella è la Morte. Sono già stati all?Inferno ed hanno già stretto un patto forte con le tre Parche. Non so quanti milioni di cadaveri dovranno consegnare, ma mi sembra di essere nella più spettrale Messa Nera dei Figli di Satana più inferociti. Non hanno soltanto sete di sangue ma desiderano saziarsi anche di tutte le lacrime che vedono uscire da ogni occhio di uomo, di donna che violentano e poi uccidono. Promettono caramelle ai bambini per farli avvicinare e poi utilizzarli come congegni di morte, dopo aver allacciato ai loro esili fianchi una cintura di tritolo.Li chiamano ?corrieri di morte? perché sanno che dopo essere entrati un mercatino, faranno esplodere quel congegno per offrire altri vittime a Satana, semprepiù loro Signore e Maestro. Ho vissuto tutte le guerre in giro per il mondo ed ho visto vite stroncate di bambini di tre anni, bambini usati come bombe ad orologeria e donne violentate da decine uomini che lasciavano sul loro corpo sangue e sperma. Sì ho visto, quasi assaporato il sangue dolciastro degli esseri umani, quando, prigioniero in Cambogia me ne hanno offerto una tazza, al posto dell?acqua.Questi erano i figli di Pol Pot che portavano avanti la loro personale privata gurra civile per offrire il loro tributo a Satana. Quasi tre milioni di cambogiani abbandonati nelle fosse comuni dopo che un sacchetto di plastica stretto intorno al collo aveva fatto esalare l?ultimo liberatorio anelito di quella vita apocalittica.Ho visto sangue e tante lacrime versate, tante anime abbandonare i corpi che li imprigionavano, con la testa stretta in un sacchetto di plastica o un colpo di arna da fuoco o delle semplici coltellate. I volti di queste persone, fotografati, quasi per dare loro l?illusione di una nuova vita che iniziava mi tornano a visitare ogni notte negli incubi.Ho visto e documentato quello che succedeva nella Cambogia di Pol Pot, dove sono morti tre milioni di persone, quasi in un rituale collettivo di liberazione, la Somalia di Ilraia Alpi ed il Medio Oriente di una banda di oppiomani, fatti di anfetamine che si sentono eroi solo perchè qualcuno procura loro una mitragliatrice e fornisce loro l?occasione di seviziare una donna per due giorni prima di laciarla ?libera? per le poche ore di vita che le rimangono.Questa Umanità mi terrorizza, non so perché e come abbia fatto ad uscire vivo da queste situazioni. Facevo il fotoreporter, l?occhio della macchina fotografica era più importante del mio. Ma adesso, superati i cinquanta anni, mi rendo conto che questi fatti mi hanno portato via il cuore e la forza di piangere, di gioire del sorriso di un bambino, la voglia di abbracciare un amico o quella di corteggiare una donna. Sono, ormai, una macchina geneticamnte modificata che ha dovuto rinunciare ai propri sentimenti per strappare ogni secondo di sopravvivenza alla vita e cercare di dimenticare. Trascorro anni di notti insonni, ho distrutto molte foto che dovumentavano l?orrore che ho vissuto e quello che subivano gli esseri umani che mi circondavano. Non ne posso più di corpi maciullati, divorati, nel deserto, da sciacalli e avvoltoi. Sono in fuga, in fuga da me stesso, da quei pochi che mi vogliono ancora un po? di bene. Ho smesso di credere che, almeno su questo pianeta possa esistere qualcosa che assomigli al bene ed alla felicità. Le persone che si avvicinano a me forse percepiscono quel senso di morte e di vuoto che cerco di nascondere. Offro a tutti sorrisi falsi, e strette di mano di convenienza, ma subito mi vengono in mente immagini orribili. Forse il cervello ha la capacità di sostituire l?orrore con altre cose, soprattutto la notte, quando dovremmo abbandonare tutte le nostre difese per dormire.Stanotte ho sognato di contrarre la sifilide dagli insetti, da quelle larve lunghe e nere che sono i tuoi capelli, Malvina. Ho sognato che mi trafiggevi le interiora a suon di "Bastardo!", colpendo duro al di sopra dell'ombelico. Ho sognato che mi sognavi mentre mi sporgevo, bambino, troppo oltre il balcone. Puoi anche credermi morto, ma voglio che mi pensi. Voglio starti sulla coscienza, appoggiato sulle tue spalle, con i denti sul tuo collo. A fottere i tuoi occhi. A fottere i tuoi occhi. E rivenderli.E sia, panico. La tua finta saggezza. Tornato nel civile occidente incontri persone che non immagini fin possano spingersi in questa folle escalation del Male. Malvina è la mia compagna, adesso; trovata su un marciapiede di Roma mentre si stava bucando. Mi ha detto che ha bisogno di prostituirsi per comprarsi la ?merda?, come la chiama lei. E? bruna, bella, ha il volto di una Madonna del Caravaggio ma vivere con lei è difficile.Ogni mattina si schiude come una rosa e si distrugge. E piange ogni volta che incontra un cliente. Oggi mi ha chiamato, dopo che aveva liquidato il solito grasso imprenditore, sposato, chino sulle ginocchia e con il sedere devastato dalla cellulite maschile. Neanche sapevo che fosse tra i suoi clienti. Mi ha detto che era nuda, chiuso nel bagno del suo imprenditore grasso. Stava per fare la doccia. E sentivo l?acqua che scendeva e scivolava sulle piastrelle fredde del muro. ?Non voglio più fare questa vita di merda?. E sentivo a malapena la sua voce, che la cornetta era intasata dalle sue lacrime. ?Non piangere, le donne che piangono sono poco attraenti. Una mistress non piange mai?. ?Io lascio? tu non sai che cosa mi ha chiesto di fare???Se lui ti chiede qualcosa che non vuoi, devi dire ?col cazzo? e poi picchiare?.?Non ho lo spirito giusto, a volte non ce la faccio. Non sono abbastanza soldi? ?Li vuoi i soldi per l?università, no? Credi che a me piaccia? Mi ha chiesto di cagargli in faccia.??Che cosa???Sì???E tu l?hai fatto?? ?Ora vado. Ci vediamo tra poco.??Ti aspetto alla stazione tra mezz?ora.? ?Ciao.??Ciao.?Sentivo la tristezza di Malvina. Contagiosa la malinconia. Sulla pelle scivola esausta, ma palpabile e decisa. E alla fine anche io, il crudele fotoreporter, sento la tristezza nel cuore. non vorrei far vacillare sempre la mia Malvina. L?idea è stata nostra. Doveva essere un lavoretto per raggiungere un infido futuro precostruito in un mondo di pura decadenza. Io che volevo dipingere e lei che voleva recitare e doppiare. Ma Dio solo sa dove li prendono i soldi chi fa quelle scuole. Chi può permettersi di rincorrere i suoi sogni, senza fare per forza un lavoro mediocre? Figli di precari o disoccupati. Baristi e camerieri insoddisfatti. Noi non volevamo cadere nella depressione, non volevamo essere un accessorio della nostra città distrutta. Sarà la città a morire per noi. Non il contrario. E guarda un po?, alla fine siamo morti sul serio. Peggio di tutti quei baristi insoddisfatti e con le occhiaie dei pendolari. Siamo carcasse ambulanti che sputano sui loro clienti, ma in verità siamo oggetti da mobilio, piccoli e lussuosi pezzi da supermercato. La gente paga per averci, per usarci. Usa e getta.Usa e getta. Lo schizzo di sperma che riceve Malvina da ogni impiegato obeso è sempre l?extra. La mancia per aver fatto bene il lavoro. L?impiegato obeso si sta intingendo il dito sul petto, dove l?urina della mia amica si é sparsa. Quel depravato si porta il dito alla bocca.Succhia.È nettare, per lui.Vita.Ecco la fregatura. Nonostante il dolore, i nostri clienti provano la vita. Noi moriamo ogni volta. Io ogni volta che mi viene commissionato un servizio per una di queste aspiranti attricette, belle e stupidelle, che escono dal ristorante con il produttore mentre mette una mano sul loro culo ed un dito nella fica e Malvina, quando è costretta a prostituirsi per acquistare la sua ?strada della morte?, come chiama ogni dose. Malvina non ha fretta di morire, mi racconta, quando avverte il flash dell?eroina che si diffonde nelle vene però è consapevole che la sua vita è fatta ci cinque centimetri alla volta prima di finire in un sacco della spazzatura e poi all?obitorio. Vede ancora molta sofferenza e molti clienti davanti a sè. Ha poco più di trenta anni e avrebbe voluto fare la carriera di una di quelle troiette dello spettacolo, ma la vita é strana. Sulla sua strada ha incontrato Mangiafuoco che ha pagato la sua prima marchetta con una dose di eroina. Da quel momento tra ?lady Tina? è Malvina, è stato subito amore. Avrebbe potuto fare la mantenuta di uno dei produttori del cinema o della tv, invece si fa amare realmente e pienamente solo dall?eroina. Di Mangiafuoco si è persa ogni traccia ma con lei c?è ?lady Tina?. E quello è un amore che difficilmente finirà.
09-01-2021, at 07:22 PM
Alýntý
Reply

Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes



Powered by vBulletin® Version 3.8.11
Copyright ©2000 - 2021, vBulletin Solutions Inc.
izmir escort escort izmir gaziantep escort poker oyna poker oyna poker oyna poker oyna poker oyna izmir escort malatya escort bayan kayseri escort bayan eryaman escort bayan pendik escort bayan tuzla escort bayan kartal escort bayan kurtköy escort bayan ankara escort ... bursa escort bursa escort bursa escort ... kayseri escort izmir escort